0
  • No products in the cart.

  • 0
  • No products in the cart.

  • La Stirpe e Dante – seconda sessione – IL VIAGGIO COME RICERCA DELLA PROPRIA PROFONDITÀ. RIFLESSIONE SULLE RESISTENZE CHE NASCONO DALLE FERITE AFFETTIVE DELL’INFANZIA. [Clicca qui per info]

    50,00

    La vita è viaggio.

    Nel momento che si entra nel grembo materno, si affronta un VIAGGIO.

    Lì ci formiamo, immersi nell’acqua, assorbendo le informazioni da colei che ci ospita.

    Nascere è un VIAGGIO si lascia un luogo per andare in un altro.

    E così nella vita il VIAGGIO è sempre presente o perlomeno dovrebbe esserlo.

    È importante muoversi dentro di noi e fuori nel mondo, alla ricerca del Sacro, della Bellezza, per crescere in sintonia con le Leggi Cosmiche.

    Ma,

    le RESISTENZE, create dalle ferite affettive vissute da piccoli, per sopravvivere a relazioni disfunzionali, che Alice Miller, chiama Pedagogia Nera, bloccano anche da adulti questo movimento esplorativo e vitale.

    Le Resistenze creano la vita stagnante, priva di senso, contro natura, la nostra natura che Dante rappresenta come la Selva Oscura.

    “Nel mezzo del cammin di nostra vita

    mi ritrovai per una selva oscura

    chè la diritta via era smarrita”

    - +
    Add to wishlist

    Share via:

    Categoria: Tag:

    Descrizione

    La vita è viaggio.

    Nel momento che si entra nel grembo materno, si affronta un VIAGGIO.

    Lì ci formiamo, immersi nell’acqua, assorbendo le informazioni da colei che ci ospita.

    Nascere è un VIAGGIO si lascia un luogo per andare in un altro.

    E così nella vita il VIAGGIO è sempre presente o perlomeno dovrebbe esserlo.

    È importante muoversi dentro di noi e fuori nel mondo, alla ricerca del Sacro, della Bellezza, per crescere in sintonia con le Leggi Cosmiche.

    Ma,

    le RESISTENZE, create dalle ferite affettive vissute da piccoli, per sopravvivere a relazioni disfunzionali, che Alice Miller, chiama Pedagogia Nera, bloccano anche da adulti questo movimento esplorativo e vitale.

    Le Resistenze creano la vita stagnante, priva di senso, contro natura, la nostra natura che Dante rappresenta come la Selva Oscura.

    “Nel mezzo del cammin di nostra vita

    mi ritrovai per una selva oscura

    chè la diritta via era smarrita”

    Copyright © 2024 Cinzia Contarini, Via Condino Tesei n. 6, 47121 Forlì - P:I:03109150403 - All Rights Reserved