0
  • Il tuo carrello è vuoto

Cinzia Contarini, l’impulsività e i Passaggi Dimensionali

Share via:

Cinzia Contarini

Domenica 27 lavoreremo con tre fiabe particolarmente intense, proficue e impulsive.

Impulsivo a livello etimologico significa “spingere”, “spingere innanzi”.

Siamo noi che abbiamo negativizzato questa parola in qualche cosa di precipitoso ed erroneo, ma a livello etimologico è semplicemente “spingere innanzi”.

Pertanto tutte le fiabe sono impulsive ed essere impulsivi, nel senso di essere spinti innanzi dal proprio sentire intuitivo, è un aspetto fondamentale legato all’intuito e alle sensazioni che è stato ostracizzato e calunniato da una cultura volta al sopruso.

Gli impulsivi per eccellenza sono i bambini che si muovono spinti dal loro sentire e noi abbiamo trasformato la loro essenza ancestrale e animica in qualcosa di sbagliato e negativo. Invece il sentire dei bambini è saggio, giusto, al di sopra delle illusioni adulte.

Questo è stato perso. Ma se, come disse Gesù Cristo, “per entrare nel regno dei cieli devi essere bambino”, mi sembra giunto il momento di riconoscere la parte sana, potente ed intensa dei piccoli e decidere di affrontare il bambino ferito e malato che ci portiamo dentro per guarire le ferite e farlo ritornare sano di mente e di corpo.

I bambini piccoli sono gli esseri più sani che esistono finché non vengono uccisi dalle illusioni di coloro che si dicono adulti, ma in realtà sono prigionieri del loro bambino ferito e disturbato.

Per questo motivo, domenica lavoreremo con l’elemento perturbante che ci portiamo dentro per trasformarlo e verrà insegnato un piccolo rito assai utile per celebrare il 22 dicembre, Solstizio Invernale, Porta Dimensionale di grandissima importanza che connette il visibile con l’invisibile ed è un momento di grande energia per cambiare il corso della vita.

Per aprire una porta diversa riguardo l’AMORE IGNOTO.
Si entra nel buio con la luce interiore dell’intenzione per contattare chi o cosa si vuole portare nel mondo visibile il prossimo anno.

Quando si parla di Amore può essere un partner, un’amica, un elemento della Natura, un progetto, una vocazione.
Quando si parla di Ignoto si parla di un desiderio che ha a che fare con l’Anima che ci espone a grandi energie e di cui sappiamo non avere certezza o controllo ma che ugualmente vogliamo osare.

(grazie Carmen per il bellissimo quadro che mi hai fatto)

VAV

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: