0
  • No products in the cart.

shambala

A proposito del Fingers di marzo… Shambala

Share via:

Cinzia Contarini
shambala

Shambala

La terra paradiso di Shambala è la meta di ogni vero viaggio: nel buddismo tibetano è un luogo di pace e felicità, nascosto tra le catene montuose dell’Himalaya o in altri “giardini segreti” del mondo. È anche simbolo dello spazio sacro  all’interno di se stessi. Nelle profondità dell’anima.

 

 

A proposito del Fingers di marzo…

Il seminario del Fingers di marzo tratta un argomento assai complesso e lungimirante, poiché permette di interrogarsi sul senso della vita ampliando enormemente le nostre attitudini e vicissitudini.  È focalizzato sul riportare la fiducia nella propria esistenza riguardo alle infinite e complesse possibilità di guarigione. Tratta in particolare le patologie croniche e il tema della nascita e della morte, essendo i due aspetti estremamente collegati.

Infatti la patologia cronica indica che non si riesce a mettersi in contatto con le informazioni salienti per la trasformazione in meglio della nostra vita. Per mettersi in contatto con tali informazioni bisogna aprire un ponte di collegamento col nostro mondo interiore. Questo canale energetico è favorito prima di tutto da intenzione ed attenzione a quello che si vuole e a come lo si vuole e poi da sogni, visualizzazioni, meditazioni, respirazione circolare, DPGC, Fingers sui punti specifici, danza, canti e tante altre tecniche energetiche.

In particolare il tema che si affronterà è come comprendere e utilizzare al meglio le patologie croniche e come conoscere in maniera più profonda e veritiera l’Anima.

Infatti si lavorerà anche sul concetto del morire e del lasciar andare e di quanto sia importante il tema della spiritualità per raggiungere un’ottima qualità e lunghezza di vita.

Gurdjieff insegna molto bene che l’Anima Immortale non è un diritto di nascita, più in vita sviluppi l’anima, più si espande e tu la mantieni da una reincarnazione all’altra. Più l’Anima si sviluppa più tu diventi capace di lunga, o addirittura di lunghissima vita, se invece non la sviluppi, vivi meno e soprattutto con un cronico atteggiamento di resistenza alle informazioni che da dentro premono. Così quando muori non riesci a percorrere la Via della Felicità e perdi sempre più connessione con la tua coscienza, i tuoi talenti, i tuoi straordinari talenti, non quelli banali, e rinasci sempre più sprovvisto di conoscenza e di memoria, ritrovandoti in situazioni affettivo-energetiche estremamente patologiche, disturbanti, bloccanti, limitanti, costrittive e soprattutto ingiuste.

Solo un’Anima Integrata può resistere alla forza e allo shock della morte e per essere integrata ha bisogno di essere sviluppata e irrobustita.

Per svilupparsi e irrobustirsi ha bisogno che vengano risolte tutte le situazioni di cronicità, di difficoltà, e di dissociazione fra mente e corpo.

Con grande affetto,

Cinzia.

 

Per altre informazioni sul seminario di marzo, leggi questi articoli:

Presentazione di febbraio 

Presentazione di marzo

Per iscriverti al seminario clicca qui

Per info: info@cinziacontarini.it

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: