0
  • No products in the cart.

ALLA RICERCA DEL TEMPO PERDUTO

Share via:

Cinzia Contarini

L’Occidente dopo avere distrutto tutte le conoscenze sull’Energia, nei secoli precedenti, ora sta riscoprendo questo valore, che è il sapere delle culture ancestrali.

Tutto si basa sul movimento energetico.

 Ci si è resi conto che nell’antichità più antica, c’era una sapienza assai più profonda e potente di quella della scienza moderna.

Per noi moltissime cose sono impossibili, tutto deve essere dimostrato, altrimenti non è vero. Così facendo attribuiamo valore solo a quello, che emeriti sconosciuti, di cui non sappiamo nulla, di cui non conosciamo le reali conoscenze, né la qualità della loro etica, ci dicano a cosa credere.

Ma così non funziona.

Ora anche l’Occidente sta recuperando le informazioni energetiche grazie anche agli insegnamenti della fisica quantistica.

Uno degli aspetti principali su cui dobbiamo cambiare la visione è il Tempo.

Nelle evolute culture arcaiche e nelle culture tradizionali attuali, quelle che gli incolti chiamano primitive, il Tempo è visto in modo ciclico, a spirale, a onda. Esso gira su stesso, cambiando leggermente di posto, ad ogni voluta. Pertanto, ciclicamente ci ritroviamo nella stessa energia, ma allo stesso tempo, in una energia di livello diverso. Questo ci permette di portare Attenzione al periodo stagionale e a come ci sentiamo noi in quel periodo. Vivere il tempo ciclico connette al cosmo, alle sensazioni, aiutandoci a riflettere su di noi. Come mi sento in primavera, cosa suscita in me questo periodo stagionale, cosa è giusto fare per se stessi in primavera, per sostenere il fisico, la mente, i desideri?

E la stessa cosa si può fare, come insegno nel mio libro Luna-Corpo-Amore, con la notte e le fasi lunari.

In Oriente la Medicina Cinese è completamente orientata su questi ritmi biologici di micro e macro universo e il movimento del Tempo.

C’è una tecnica di agopuntura che si chiama Cronopuntura che studia tutto questo e anche i simboli collegati alla Natura e al Movimento del tempo.

Allo stesso tempo in Occidente, la fisica quantistica, ci dice che il Tempo non è lineare, che questa è una visione della realtà assai pericolosa, dove ci si ritrova confusi, spaesati, e incapaci di dare un significato alla propria esistenza. Questo modo di intendere il trascorrere del tempo è completamente illogico e fuorviante.

Si crede che il passato sia indietro e che non faccia più parte della nostra vita: Errore! Il Passato è dentro di noi, dentro al nostro corpo e ci ha lasciato tantissime informazioni e credenze limitanti, che continuano a stanziare dentro di noi, limitandoci e fuorviando la giusta Direzione della vita;

si crede che il presente sia slegato da passato e futuro, e che sia il solo momento su cui si può intervenire sulla propria vita: Errore! Il Presente è in contatto continuo con il Passato e il Futuro che prendono forma e direzione a seconda di quello che pensiamo, sentiamo, percepiamo e desideriamo nel Qui e Ora. Il Presente è la nostra fonte preziosa, che ci permette di trasformare come vogliamo, Passato e Futuro;

si crede che il futuro sia lontano e sia ancora tutto da formare, da incontrare: Errore! Il Futuro è continuamente plasmato dal tipo di Attenzione che portiamo alla nostra esistenza. Possiamo verdere il futuro come tantissime strade, che ogni secondo noi imbocchiamo in base a quello che pensiamo, che percepiamo, che agiamo.

Nel Qui e Ora convergono contemporaneamente

                                  Presente, Passato e Futuro, 

e a seconda di dove portiamo l’Attenzione, noi entriamo in quella dimensione temporale,   Realmente.

Il cervello si serve delle esperienze per costruire mappe percettive, che influenzano quello che poi percepiremo. Le esperienze possono essere esterne o interne a noi e si possono collocare su qualsiasi linea temporale. Pertanto possiamo attivare

Esperienze Interiori nuove e diverse, più in sintonia con il piacere, il benessere, la gioia, non solo nel presente e nel futuro, ma anche cambiando i ricordi del nostro passato.

In questo modo diventa molto più semplice perdonare, perdonarsi e lasciare andare il dolore cronico affettivo del non essersi sentiti amati, accettati, riconosciuti. Ci autorizziamo a provare e a portare nella memoria cellulare, quello che ci fa bene, lasciando andare quello che ci ferisce e ci fa sentire incapaci e inutili.

Poiché le nostre esperienze presenti e future sono influenzate dalle esperienze passate, interne ed esterne, in quanto il cervello da quelle costruisce mappe, capite quanto sia importante modificare le nostre memorie più profonde e nascoste, per aprirci a visioni molto, molto più ampie della vita, visioni che noi possiamo attivare.

L’impotenza del passato che tanto ci ha bloccati e fatto soffrire può essere     Cambiata

Naturalmente cambiare le memorie cellulari restrittive del passato, cambia il tipo di energie del presente e del futuro, e così la direzione del nostro cammino si sposta, ampliandosi come apertura e possibilità.

Tutto diventa più veloce ed immediato, poiché finalmente si entra nel flusso della vita, in quanto si sono eliminati gli ostacoli, più nascosti e profondi.

Nei miei Seminari annuali presento diverse Tecniche Energetiche, due in particolari, permettono di Cambiare a livello energetico i ricordi del passato, così da ritrovarci con memorie diverse e non più limitanti e restrittive.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: